• Home
  • >
  • Screening
  • >
  • Screening e programma di screening dell'atresia biliare

Screening e programma di screening dell'atresia biliare

 

In seguito a uno studio condotto in Svizzera tra il 2009 e il 2015, è stato introdotto lo screening mediante l'osservazione del colore delle feci di un neonato durante i primi 45 giorni di vita, al fine di riconoscere facilmente e precocemente l'atresia biliare. Questo metodo è semplice, efficace ed economico. 

Questo screening riduce in modo significativo e l'età del bambino al momento dell'intervento di Kasai, riducendo così la necessità di trapianti di fegato nell'infanzia. 

Quando è distribuita la carta?

Chiamata anche carta colorimetrica delle feci, viene distribuita dall'ostetrica, dalla levatrice o dal pediatra ai genitori dopo la nascita del bambino (Attenzione : solo i colori originali della versione in carta stampata sono affidabili. Non stampare o fotocopiare la carta e non fidarsi dei colori dello schermo).

In seguito, i genitori devono portare questa carta al loro pediatra al primo consulto entro la fine del primo mese di vita, indipendentemente dai risultati dell'osservazione. Se il colore delle feci è anormale, un consulto per un check-up con un gastroenterologo pediatrico sarà organizzato.

Come si usa? 

Basta confrontare il colore delle feci del vostro neonato con la scala dei colori della carta. Se le feci sono scolorite (immagini 5, 6 o 7) e le sue urine diventano marrone giallastro, contrassegnate il numero approprato e consultate il vostro pediatra. 

I test devono essere effettuati per verificare che i condotti biliari siano permeabili. Generalmente si tratta di un'analisi del sangue e di un'ecografia addominale.